LA GUIDA “I RISTORANTI D’ITALIA 2009″

L’Espresso 

Il locale, a due passi del palazzo del Comune, è la testimonianza di un modo di intendere l’ospitalità oggi ormai raro, sintesi di passione e calore familiare Poche ma curate e di impronta casalinga le proposte culinarie. Da provare la zuppa di ceci, l’agnello a scottadito e la crostata di susine. Due i menu degustazione, “del Conte” a 30, “del Unicorno” a 25 euro. Alla carta sui 30 euro.